Le proprietà dello yogurt magro

yogurtAdesso vado in cucina, apro il frigorifero e tiro fuori una confezione di yogurt. L’etichetta segnala che il contenuto “vale” 150 calorie. Ce l’avete uno yogurt in casa? Prendetelo e date una controllata pure voi. Se è uno di quelli aromatizzati alla frutta mirtillo o fragola, ad esempio il valore calorico sale di parecchio, fino a toccare vertici di 260 280 calorie. Perché una simile differenza? Semplice. Lo yogurt del mio frigo è “magro”. Sento già qualcuno che incomincia a protestare. Ma come dice sull’etichetta c’è scritto a basso tenore di grassi. Non fateci caso, perché il problema non sono i grassi ma lo zucchero. Si, lo zucchero, quello solito. Ad essere generosi, infatti, è, al massimo, pari a 30 l’apporto calorico della poca frutta presente in uno yogurt aromatizzato, le altre 100 calorie in più sempre rispetto ad uno magro o naturale sono da addebitarsi allo zucchero contenuto nello sciroppo.

In altre parole, ammesso come indicano le pubblicazioni alimentari ufficiali degli organi governativi che un cucchiaino di zucchero abbia un valore in calorie pari a 15; il vostro tanto amato yogurt alla frutta vale per lo meno 6 cucchiaini. Un bel pò, non vi pare? Siete ancora dell’idea che si tratti di un cibo dietetico? Certo, lo yogurt, quello vero, è un alimento salutare, è benefico; ma solo se è naturale. Mi è capitato pochissime volte di mangiarne. Ricordo, ad esempio, lo yogurt del Caucaso, in Unione Sovietica. Lo chiamano Kefir, ed è davvero eccezionale. Leggermente meno consistente del nostro, viene servito freddo in una coppa con una fogliolina di menta. Lo si beve ed ha un sapore squisito, come il latte lievemente fermentato. Il contenuto calorico varia in relazione alla quantità di grasso del latte da cui è ricavato; diciamo, comunque, che si aggira attorno alle 115160 calorie la coppetta. Lo yogurt fatto in casa con il latte intero oscilla intorno alle 160 calorie. Le stesse di quello magro che si trova normalmente in commercio. Inoltre se volete davvero dimagrire può essere utile associare allo yogurt un integratore naturale dimagrante come ad esempio la garcinia cambogia

L’allarme scatta con gli yogurt “tutti naturali” al gusto di frutta, il cui sciroppo di contorno fa salire in modo impressionante il picco calorico, come minimo di 100 calorie. Il che equivale a mangiare uno yogurt neutro in cui affogare due o tre barrette di cioccolata! Difficilmente vi avrò convinto. Ce poi il sapore di mezzo. Qualcuno dirà: d’accordo, e tutto vero; ma lo yogurt naturale non sa di niente! Può darsi, ma non ce nulla di più relativo del sapore. Lo dico, perché fino a qualche tempo fa la pensavo esattamente come voi. Poi ho scoperto la verità cioè tutto quello che ho finito di dirvi sullo yogurt alla frutta, e da allora ho deciso di concedere una chance in più a quello neutro. Ho iniziato nel modo più logico tagliuzzandoci dentro dei pezzettini di frutta fresca, a volte triturati precedentemente nel frullatore. Totale: 20 calorie in più, un sapore più accattivante un bei pò di vitamina A e C. Buono come quelli commerciali? No, lo ammetto; ma lo stesso discreto. O, comunque, perseverato. Dopo un pò ho cominciato a percepire la differenza; era più buono. Trascorsa qualche altra settimana, non mi riusciva più di mangiare lo yogurt alla frutta che non fosse fresca.

Sono andato avanti e, alla fine, mi sono votato, decisamente allo yogurt puro, naturale, senza aggiunta alcuna. E ho imparato, una volta per tutte, a gustarne fino in fondo il sapore eccezionale. Adesso inutile dirlo mangio solo più quelli neutri. Se qualcuno non ci crede ascolti quel che dico. Di solito, chi non ha mai bevuto vino e vi si avvicina per le prime volte, tende a preferire quello amabile e dolce, valutando il sapore di quello secco poco gradevole. Poi, poco alla volta, si accorge delle differenze e non può fare a meno di convertirsi a quello secco, più naturale. Lo stesso accade con lo yogurt o con l’acqua pura al posto della soda. Al momento, il modo in cui preferisco consumare uno yogurt naturale consiste nel versarlo in mezzo melone con una punta di formaggio magro casereccio, da amalgamare. Questo cocktail delizioso vale 185 – 200 calorie cioè sempre meno di uno yogurt commerciale alla frutta. Ad ogni buon conto ed anche questo è un fatto importante esiste un altro motivo al di là del risparmio calorico per cui è meglio mangiare lo yogurt naturale con la frutta fresca tagliata dentro piuttosto che quelli già pronti. E’ quello di assumere un ragionevole numero di calorie nel modo migliore e più soddisfacente. Vale a dire, mangiare, a pranzo, uno yogurt aromatizzato e un pò di frutta è un carico calorico senz’altro accettabile.

Sostituire il tutto, però, con yogurt magro e melone secondo la ricetta da me proposta prima è senz’altro meglio perché non solo è più digeribile ma anche nutriente. A chi, a cena, al tipico yogurt manifatturato fa seguire mela e banana, consiglio di sostituirla con una bella fetta di pane di segala casereccio o, se preferite, una ciambella con polvere di banana, farina d’avena integrale e un pizzico di farina di soia. Le calorie sono le stesse, ma proteine, fibre e contenuti minerali sono assai più senza tener conto che, tutto sommato, c’è anche un pò più di varietà, cosa che, a tavola, non guasta mai.

Filed in: Benessere, Cucina

You might like:

Russia 2018: quali sono le nazionali più in forma per i Mondiali? Russia 2018: quali sono le nazionali più in forma per i Mondiali?
Le scommesse online e le leggi in vigore Le scommesse online e le leggi in vigore
Prodotti per perdere peso:quali scegliere? Prodotti per perdere peso:quali scegliere?
Le proprietà dello yogurt magro Le proprietà dello yogurt magro

Leave a Reply

Submit Comment
© 2017 Tespi. All rights reserved. XHTML / CSS Valid.
Proudly designed by Theme Junkie.